Il Sistema delle Camere di Commercio a difesa del made in Italy nel settore agroalimentare

Assocamerestero ha presentato i dati dell’indagine sui prodotti alimentari “Italian Sounding” in Europa e Nord America.

Il volume d’affari dell’Italian Sounding è di 90 miliardi di euro a livello globale, valore che negli ultimi dieci anni è cresciuto del 70%, e pari al triplo del fatturato dell’export italiano del settore alimentare (32,1 miliardi di euro nel 2017).  I prodotti più imitati sono piatti pronti e surgelati, conserve e condimenti, latticini e pasta.

Questo è quanto emerge dalla ricerca condotta da Assocamerestero, nell’ambito del progetto True Italian Taste,  su tutti quei prodotti che, attraverso l’utilizzo improprio di nomi e immagini, evocano una finta “italianità”. 

L’indagine in questione ha infatti l’obiettivo di analizzare tutte le varie peculiarità di questo fenomeno- tenendo conto della tipologia del prodotto e del canale di vendita- e valutare gli impatti sull’export dell’industria agroalimentare italiana.

Per maggiori informazioni e scaricare l’intera mappatura, clicca qui.


Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, IS.NA.R.T. scpa e i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy Per maggiori dettagli, leggi la nostra Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito